Porto Santo Stefano

Porto Santo Stefano

Porto Santo Stefano, capoluogo dell’Argentario, è un pittoresco borgo marinaro e luogo di villeggiatura già apprezzato al tempo della Roma imperiale. Il centro abitato di Porto Santo Stefano si sviluppa lungo i due porti. Il porto commerciale, quello più grande, è il primo che si incontra entrando in paese, vi ormeggiano i pescherecci ed attraccano i traghetti per le isole del Giglio e Giannutri. Il porticciolo della Pilarella invece è il luogo del passeggio e del relax di Porto Santo Stefano. Ci si arriva percorrendo il lungomare disegnato da Giorgetto Giugiaro, qui i tavoli dei bar e dei ristorantini si affacciano sul mare e vi permettono di degustare la cucina locale o di sorseggiare un drink in totale relax ammirando il panorama di questo incantevole borgo marinaro.

Cose da vedere :

Fortezza Spagnola

Entrando in paese la prima cosa che risalta ai nostri occhi è l’imponente struttura della Fortezza Spagnola. Situata in posizione dominante il paese, venne costruita per controllare il porto nel XVII secolo durante la dominazione spagnola. L’edificio è in perfette condizioni, ospita le mostre permanenti Memorie Sommerse e Maestri d’Ascia e dalle sue terrazze si ammira un panorama di straordinaria bellezza.

Palio Marinaro dell’Argentario

Dal 1937 il 15 agosto di ogni anno, esclusi gli anni di guerra, si svolge a Porto Santo Stefano il Palio Marinaro dell’Argentario, una gara remiera tra le più lunghe al mondo, che consiste in una competizione tra i quattro rioni del paese, Pilarella, Valle, Croce e Fortezza. I singoli equipaggi sono composti da un timoniere più quattro vogatori, i quali devono percorrere dieci volte la distanza di quattrocento metri compresa tra due boe per un totale di quattromila metri.

Strada Panoramica e Torri Costiere

Una strada da percorrere che sicuramente vi lascerà delle emozioni. Percorrerete il tratto di costa dell’Argentario che si affaccia sul mare aperto. Oltre alla bellezza del paesaggio naturale, potrete ammirare i resti delle varie torri di avvistamento edificate nel periodo dei Presidi Spagnoli.
Numerosi sono i punti in cui potrete fermarvi per fotografare dei luoghi che vi sarà difficile dimenticare

Spiagge e Calette di Porto Santo Stefano

La caratteristica di Porto Santo Stefano è quella di avere in seno al paese la presenza di alcune spiagge e calette, da quelle più suggestive raggiungibili via mare, a quelle più comode raggiungibili via terra.

Villa Romana dei Domizi

All’estremità di questa bellissima spiaggetta si trovano i resti di una grande villa romana del I sec. a. C. Si possono ancora ammirare i resti semisommersi delle vasche per l’allevamento del pesce.

Convento dei Passionisti e Punta Telegrafo

Sulla strada che porta alla vetta più alta dell’Argentario, Il convento dei Padri Passionisti. È situato in una splendida posizione panoramica, un luogo di pace e tranquillità. Superato il convento, se si prosegue la salita si arriva a Punta Telegrafo, vetta dell’Argentario con un panorama che suscita grande meraviglia .

Torre di Capo d’Omo con falesia e vie d’arrampicata

La falesia di Capo d’Omo è una meravigliosa parete verticale che si affaccia sul mare ed è attrezzata per l’arrampicata, sulla sommità i resti della Torre di Capo d’Omo dominano la costa sud ovest dell’Argentario

Torre Argentiera

Questa antica torre di origine medievale è situata sulle colline interne di Porto Santo Stefano, da sempre circondata da mistero e leggende, aveva compiti di avvistamento e fu particolarmente utile al tempo in cui questi mari erano infestati dai corsari barbareschi.

Argentario Polo Club

In località Le Piane tra Porto Ercole e Porto Santo Stefano, in un contesto affascinante dominato da vigneti ed uliveti, potrete assistere ad emozionanti partite di polo, con i cavalli lanciati al galoppo che raggiungono velocità importanti. Ogni anno, da maggio a settembre, vengono organizzati numerosi tornei che richiamano giocatori provenienti da tutto il mondo.