Orbetello

Orbetello

Senza fretta!” È la prima cosa che imparerete venendo a visitare Orbetello. Una paese a misura d’uomo, dove la natura è parte stessa della vita quotidiana. Si trova proprio al centro tra la Laguna di Ponente e quella di Levante.
Una strada costruita su un terrapieno artificiale (la diga) che la collega al Monte Argentario.

Passeggiata lungo la laguna di Orbetello

Chi vive qui dovrebbe essere abituato ai fenicotteri rosa che svernano tutti gli anni dall’autunno alla primavera , agli aironi bianchi. Invece no! Non ci si abitua mai a questi spettacoli della natura, ogni volta se ne rimane affascinati. Prendetevi tutto il tempo necessario e incamminatevi, macchina fotografica al collo!

Orbetello – Dalle origini etrusche a Garibaldi

Le origini Etrusche della città restano nella cinta muraria che venne rafforzata durante la dominazione spagnola (Orbetello era la capitale dello Stato dei presidi)  costruendo sul lato di terra l’imponente bastionata di cui sono ancora visibili le due porte cittadine e la fortezza.

Superate le porte, verso i bastioni di Orbetello, giungerete alla ex polveriera Guzman, affacciata alla laguna di Ponente, oggi sede del Museo Archeologico. Venne costruita nel 1692 dagli spagnoli per fortificare la città. Fu qui che nel 1860 Giuseppe Garibaldi, dopo aver attraccato a Talamone, venne a rifornirsi di armi e munizioni per la Spedizione dei Mille. All’interno della Polveriera Guzman si trova la collezione archeologica comunale, ricca di monili, buccheri e utensili in pietra, etruschi e romani.

Il centro storico

Nelle vie della città vi immergerete nel centro storico di Orbetello, passeggiando tra i negozi, bar e ristoranti di una località che da anni è al centro del turismo della Maremma.

Il Mulino di Orbetello

Se si volesse rappresentare con un icona Orbetello questo sicuramente sarebbe il Mulino. Il mulino a vento di Orbetello è l’ultimo che si è conservato della serie di nove costruiti dai Senesi nel corso del XV secolo Insieme agli altri, era utilizzato per macinare la farina destinata agli abitanti della città. Il mulino presenta una pianta circolare ed emerge suggestivamente dalle acque proprio all’inizio della diga artificiale.

I Pescatori

La cooperativa dei pescatori La Peschereccia, fondata nel 1946 grazie all’unione di 13 soci e la società Orbetello Pesca Lagunare datata 1989, sono il fiore all’occhiello del territorio. Turismo, eventi, ma soprattutto pesca e tutte le attività ad essa connesse.

La navebus “Remus”

Dal 2005, i pescatori di Orbetello e la pro loco organizzano anche gite in laguna grazie al “Remus”, un’imbarcazione capace di trasportare fino a trentotto passeggeri in visite guidate durante le quali vi illustreranno l’attività della pesca inserita nel contesto storico e sociale.